Con Ines, guida esperienziale e viaggiatrice del tempo, potrete vivere una vacanza-cultura che diventerà una vacanza-avventura nel Parco Nazionale del Pollino e nel borgo meraviglioso e storico di Castrovillari.

Itinerari:

  • Laboratorio tradizionale di infilatura dei peperoni “cruschi” castrovillaresi dall’8 al 14 agosto 2018 dalle ore 18.30 alle ore 20.00. Squisita specialità di Castrovillari, i peperoni interi vengono infilati in collane di spago secondo una particolare tecnica che si tramanda di generazione in generazione, soprattutto da madre in figlia e che è rimasta invariata nel corso del tempo. Secondo una tradizione secolare, l’infilatura è un rituale della cultura contadina che solo pochi conoscono, anche perché solo se eseguita correttamente secondo le regole, l’infilatura garantirà un prodotto che, dopo essere stato adeguatamente essiccato al sole più caldo, quello estivo, sarà croccante e gustoso, dal sapore unico. La location è all’aperto, nei pressi della fontana del Pantanello.
  • LE PASSEGGIATA ROSSE:  Gli affreschi perduti di San Giacomo e della Madonna del Tufo di Castrovillari con visita guidata dal Protoconvento Francescano alla chiesa di San Giuliano; Roncole e baionette con visita guidata, dalla Sala delle Armi (Museo Archeologico di Castrovillari) e al Castello Aragonese;  I capolavori di Negroni, pittore del ‘500 con visita guidata al Santuario della Madonna del Castello.
  • LE PASSEGGIATE AZZURRE: Andrea Alfano, il pittore dell’essenza con visita guidata alla Pinacoteca Comunale di Castrovillari; La natività nel borgo antico con visita guidata dalla Civita al Presepe Artistico Permanente nel Protoconvento Francescano di Castrovillari; La Giudecca con visita guidata al centro storico di Castrovillari, all’imponente Castello Aragonese, alle viuzze del quartiere ebraico e al magnifico Protoconvento Francescano.
  • LE PASSEGGIATE VERDI (slow walking lungo l’antico fiume Coscile): Passeggiate escursionistiche a carattere naturalistico-archeologico, per godere la bellezza del paesaggio fluviale alla ricerca degli animali più piccoli e sconosciuti che popolano le rive del fiume o alla scoperta delle antiche erbe aromatiche ed officinali;  Il bivacco paleolitico di Celimarro e le suggestive sepolture della necropoli longobarda; Le “grotticelle” eremitiche tra san Rocco e Belloluco; La Petrosa di Castrovillari e le grotte neolitiche di Santo Iorio, “sepolcreto degli antenati”
  • LA VIA DELLA GIUDECCA: Passeggiata che si snoda da Palazzo Cappelli alla Torre Infame del Castello aragonese, attraverso il quartiere ebraico medievale fino a raggiungere piazza San Giuliano e la “Fontana dei Templari”. Prevede una sosta alla fontana e una breve rievocazione storica con foto. All’interno della basilica di San Giuliano si possono visitare gli affreschi della Madonna del Tufo di Castrovillari e il frammento della croce di Gesù Cristo.
  • LA VIA DELLA TORRE:  La passeggiata si snoda da Palazzo Cappelli alla Torre Infame del Castello aragonese. La visita prosegue nei sotterranei del castello e prevede una sosta nella piazza d’arme con giochi medievali e strumenti di tortura quindi una breve rievocazione storica con foto.
  • LA VIA MAGICA:  Partendo da Palazzo Cappelli, luogo di ritrovo e di aggregazione del gruppo-visita, la passeggiata si snoda lungo il borgo medievale di Castrovillari, alla scoperta degli antichi batacchi delle porte ( ‘i tuppi-tuppi ) con valore apotropaico e narrando gli antichi racconti orali legati ai luoghi, ai rioni, ai personaggi che hanno fatto la storia millenaria della città.
  • LA VIA DEI SUPPURTI: La passeggiata si snoda da Palazzo Cappelli al Vescovado attraverso il “suppurtu delle streghe” e dal Protoconvento francescano (con visita alla Sala degli Affreschi Medievali e al Presepe artistico permanente) fino ai suppurti del rione ebraico. Lungo il percorso sosta alle “madonnine popolari”.
  • LA VIA DEI NORMANNI: La passeggiata si snoda da Palazzo Cappelli lungo la strada  che conduce al Santuario della Madonna del Castello, con visita completa alla chiesa e ai suoi tesori artistici, tra cui i capolavori di Pietro Negroni, pittore del ‘500
  • LA VIA DEI FANTASMI: Tra piazzette, vicoletti e monumenti della Civita, una passeggiata narrata davvero molto speciale, un percorso inedito per scoprire curiosità, aneddoti e misteri e per rivivere, nel cuore del centro storico di Castrovillari, piccole storie nella grande storia della città antica. Dal fantasma di Don Pavulu a quel “fardello…troppo pesante” da trasportare, dalla misteriosa “Chiesa del Lagano”, al tesoro nascosto sotto la Rocca Poverella, tante le storie perse nel tempo, scenari che, di tappa in tappa, segnano il nostro passato.

“Una fonte bisbiglia sommessa, tra alti arbusti e grovigli di rovi. Una natura selvaggia e impenetrabile ha mutato il paesaggio bucolico, ma la musica rimane e noi l’amiamo ancora…” (Ines Ferrante)



Vivi una giornata con noi alla scoperta dei luoghi più reconditi ed avventurosi della Calabria. Scrivici per i dettagli.

 

About the Author

Progetto Empiria ()

Website: http://www.progettoempiria.it

Rispondi

Vai alla barra degli strumenti